E’ fondamentale che la legna da bruciare sia legna ben stagionata, che dia buone braci e mantenga a lungo il fuoco.

Non bisogna commettere l’errore di bruciare legna verde: tali legnami possono trattenere fino al 75% di umidità e ciò incide parecchio sul potere calorico perché una parte del calore servirà a far evaporare l’acqua contenuta anziché per riscaldare. Inoltre la presenza di resine e tannini può essere dannosa per gli impianti ed il camino. E’assolutamente opportuno utilizzare solo legna essiccata.

Il tempo di stagionatura ideale è di almeno un anno, è considerato secco quando contiene il 15/20% di umidità che corrispondono a circa 18/24 mesi di stagionatura.

I vantaggi del legno stagionato sono molteplici, si accende più facilmente ed è anche più leggero nell’essere trasportato, ricordiamo inoltre che la legna datata non significa che sia per forza secca e stagionata, anzi c’è il rischio che sia marcia, l’essicazione del legno è si dettata dal tempo ma soprattutto dalla giusta collocazione per la stagionatura.

Nel caso si decida di accatastare il legname all’aperto per la stagionatura è opportuno collocarlo sotto una tettoia e preferibilmente in zona soleggiata e areata, non in luoghi chiusi o coperti da teli di nylon.

Inoltre è essenziale non appoggiare la legna direttamente a terra o al pavimento, è necessario tenerla staccata di circa una ventina di centimetri in modo da evitare che la legna marcisca e permettendo all’aria di circolare.

Un buon consiglio è assolutamente quello di non aver fretta di utilizzare la legna ma aspettare una giusta stagionatura per godere dei vantaggi che essa dà, tra i quali un risparmio energetico stimabile attorno il 40/50%.

Una proficua combustione è agevolata anche dalla dimensione della legna che s’intende utilizzare e da com’ è tagliata; è infatti più vantaggioso utilizzare legna tagliata in ciocchi, spaccata, e non tonda, che sia di dimensioni adeguate all’apparecchio di combustione.

Una dimensione dai 10 cm di diametro è l’ideale, e una lunghezza adeguata può aggirarsi attorno ai 30/40 cm, è inoltre opportuno tenere poca legna vicino all’apparecchio di combustione per evitare rischi di incendio.

 

Leave a reply

 

Your email address will not be published.